In gergo si parla di allergia ai FANS quando si ha l’allergia agli anti-infiammatori.
Cito da wikipedia: FANS è l’acronimo dell’espressione farmaci anti-infiammatori non steroidei e individua una classe di farmaci dall’effetto anti-infiammatorio, analgesico ed antipiretico.
Nel mio caso si tratta di allergia all’acido acetilsalicilico e all’ibuprofene. Qualche dubbio rimane sul nimesulide. Io, però, in caso di dubbio non ho mai azzardato l’assunzione.
In realtà il problema della mia allergia ai farmaci è duplice: da una parte c’è l’allergia al principio attivo (che è quello che secondo il mio medico scatena le reazioni peggiori su di me e con tempi molto brevi), dall’altra c’è l’allergia agli eccipienti.
Una delle cose che ho dovuto scoprire è che tutte le compresse o gli sciroppi contengono sempre delle sostanze aggiuntive necessarie (?) per renderli gradevoli o semplicemente più funzionali per l’assunzione del farmaco.
Generalmente per le compresse viene impiegato l’amido di mais e negli sciroppi l’acido cidrico. Neanche a dirlo, io non tollero entrambi questi elementi.
Ho dovuto fare l’abitudine di leggere molto bene i bugiardini (e non solo nel caso dei farmaci, ma anche in caso di integratori alimentari di cui ho dovuto ricorrere durante e dopo le mie gravidanze).
Un consiglio che mi sento di dare a chi come me fosse allergico al nichel è di leggere sempre il contenuto del foglietto illustrativo di ciascun medicinale che assumete, perché spesso farmacisti e medici non sanno esattamente cosa c’è dentro ciascun farmaco (a loro discolpa c’è che sarebbe impossibile ricordarseli tutti).

5 COMMENTS

  1. Alt! Ho bisogno di un chiarimento. Mia figlia non so se sia “allergica” o intollerante all’acido citrico e non so se esiste un test ma lo chiederò al prossimo appuntamento con l’allergologa, ma mi sono accorta che certi integratori proprio non li regge: rossori con pelle secche verso sera o giorno dopo assunzione, mani che “piangono”, sotto il collo un disastro pelle arrossata, screpolata, che prude…
    Non ho ancora avuto modo di appurare col medico, ma lo farò a giugno, ma tu vorresti spiegarmi in cosa consiste la tua intolleranza o allergia (ma esiste?) all’acido citrico? Graaaaaaaaazie!

    • Di solito l’acido citrico viene usato anche come conservante (prova a farci caso). Io non ho fatto un test specifico, ma ci sono arrivata come sempre con l’esperienza. Per esmpio ci sono le mozzarelle o le olive che molto spesso lo contengono. Io posso mangiare sia il formaggio che le olive ma se le compro conservate (anche se in contenitore di vetro)con l’acido citrico io ho prurito e poi scatta il mio tipico mal di testa. Nella maggior parte dei medicinali c’è l’amido di mais o l’acido citrico: quando li trovo, evito il prodotto (non che io ne usi chissà quanti – viste le reazioni ai principi attivi). Spero di essere stata chiara ;D!

  2. Sei stata chiara, ma sono a punto e a capo;) e quando mai si arriva ad un dunque con ste allergie!
    Grazie comunque e scusa se passo solo ora ma è stato un tour de force ivi compresa la mia varicella e quella della figlia. Voglio andare in vacanza e che ci vadano pure le malattie infettive, se non posso mandarci le allergie!!!!!

Comments are closed.