Allergie e il mondo biologico

Da quando sono diventata mamma, la preoccupazione per quello che metto in tavola per i miei figli c’è sempre. Non consumare alimenti che abbiano subito trattamenti chimici è un pensiero fisso per me come per tantissime altre persone. Succede però che qualche volta mi si dica che la causa delle mie allergie sia il consumo di prodotti non biologici. Cioè, se io mangiassi alimenti biologici, non avrei problemi di allergie.
Purtroppo nel mio caso non è così.
Resta il timore che io possa avere una reazione eccessiva dopo aver assunto un prodotto trattato chimicamente con pesticidi, visto che io sono allergica a parecchi principi attivi (chimici per natura). Io però resto allergica al nichel anche se gli alimenti sono biologici. Per fare qualche esempio le pere o i pomodori, biologici o meno mi fanno stare male.
Lo stesso vale per i prodotti per la cura per il corpo. Il fatto che la tintura per capelli esca da un’erboristeria piuttosto che da un parrucchiere, per me rimane problematica, insieme allo shampoo, al sapone e alle creme per il corpo.
Tutto sta a conviverci e a conoscersi.
Certo, nelle varie elucubrazioni, posso pensare che avere mangiato prodotti non biologici quand’ero piccola abbia in qualche modo intaccato il mio sistema immunitario, ma rimangono ipotesi. Non a caso la mia allergologa mi ha fatto notare che nessun altro membro della mia famiglia d’origine è allergico.
Insomma, sono e resto favorevole al consumo e alla produzione di alimenti biologici e all’uso di prodotti naturali, ma io ci devo fare comunque attenzione.
E voi consumate prodotti biologici?